OIA Services News: gioco e scommesse online su Betaland e Enjoybet

Carmelo Mazza Oia Services Ltd

Carmelo Mazza Oia Services: “transizione verso l’omnichannel strategia per competere”

Carmelo Mazza, Ceo di Oia Services che detiene i brand Betaland e Enjoybet, afferma in una recente intervista su GiocoNews che “la transizione verso l’omnichannel non è più una scelta strategica di nicchia ma quasi una necessità per competere”. Nell’intervista Il 2022 del betting, tra riordino aziendale e normativo , il CEO cerca di dare risposte concrete su come sarà il 2022 per le scommesse d’Italia, nel quale il processo di uscita dal Covid-19 passa per un adattamento dei modelli di business dei bookmaker italiani.

“Non a caso i bookmaker e le società di gioco che erano già predisposte a questo si sono trovate meglio ad affrontare il particolare momento – prosegue ancora Mazza – anche chi aveva una rete più efficiente e ottimizzata ha reagito meglio limitando le perdite”.

Carmelo Mazza CEO Oia Services Ltd: le prospettive 2022 per il settore del betting

Una prospettiva per il settore del betting nel 2022 è stata fatta partendo da un bilancio del 2021 – anche in assenza di alcuni dati in generale che si stanno analizzando in questi mesi – tenendo anche conto che il 2020, per colpa del Covid-19, ha avuto una fortissima discontinuità con il passato. Ovviamente c’è anche la questione del riordino del settore del gioco pubblico.

.
“È stato certamente un anno molto difficile e complesso. Da una parte è vero che l’igaming ha continuato a beneficiare dell’accelerazione di tutti i consumi sul web e della diffusione dell’abitudine al gioco online da parte degli utenti che, innescata dal lockdown della primavera 2020 è proseguita nel 2021. Dall’altra parte, la lunghissima chiusura della rete fisica a partire dalla fine di ottobre del 2020 è stata ancora più dura per la rete retail – avvia l’analisi Carmelo Mazza. “Tra l’altro, contrariamente al primo lockdown, durante la seconda chiusura non vi è stato lo stop degli avvenimenti sportivi, portando quindi gli utenti a proseguire l’abituale consumo di scommesse sull’unico canale disponibile, quello online. Questo ha oggettivamente accelerato la conversione degli utenti della rete retail in utenti ibridi che passano in modo seamless dal canale online a quello retail”.

Come affrontare il 2022? “Ci concentreremo principalmente sulle attività di investimento sulle agenzie e sui punti di raccolta proprio per seguire con maggiore attenzione le esigenze dell’utente che sono sempre più promiscue, più omnichannel. Stiamo guardando ad un miglioramento dei prodotti di gioco in agenzia e ad una maggiore automazione nei punti vendita e Pvr. Oltre a questo stiamo ragionando su forme di acquisizione clienti ibride tra l’online e la rete retail. Riteniamo che i Pvr debbano essere punti di servizio per i titolari dei conti di gioco piuttosto che un modo per riprodurre l’esperienza di gioco retail nel campo del gioco a distanza. Bisogna pensare a un modello di Pvr come un punto di servizio di prossimità all’utente”.

Il 2022 sarà l’anno buono? E cosa serve per adattarsi a questa nuova fase? Leggi l’intervista integrale su GiocoNews

Leggi anche: Casino e scommesse online i trend: nel 2022 si punta al mobile

betaland oia services, carmelo mazza, enjoybet oia services, oia services ltd italia, scomesse posrtive news, scommesse sportive italia

Contattaci per maggiori informazioni!

Headquarter

PHOENIX BUILDINGS
First floor, Old Railway Track
Santa Venera, SVN9022

Our Brands

betaland
enjoybet